IDEE, OGGETTI, STILI E PASSIONI

Ambienti spaziali, Divine Creature e la follia del genio Ligabue

Vernici fluorescenti, luci al neon e luci di Wood, la ricerca di Fontana rivolta al superamento della seconda e terza dimensione, il percorso iconografico intorno alle principali tappe della vita di Gesù e le opere del folle visionario Antonio Ligabue. L’arte da non perdere a febbraio 2018.

Torna protagonista il lato più sperimentale di Lucio Fontana, la mostra “Ambienti/Environments” raccoglie nello spazio delle Navate di Pirelli HangarBicocca nove ambienti e due interventi ambientali, creati dall’artista tra il 1949 e il 1968. A Roma, all’interno dei Musei Vaticani, dieci lavori fotografici di Leonardo Baldini ricreano altrettanti capolavori di arte sacra. Nelle sale espositive del Museo del Presente di Rende quaranta opere raccontano Antonio Ligabue, uno fra i maggiori pittori del Novecento.

Lucio Fontana. “Ambienti/Environments”

Dal 21 settembre 2017 al 25 febbraio 2018
Pirelli HangarBicocca – Milano

Gli Ambienti spaziali di Lucio Fontana, alcuni dei quali ricostruiti per la prima volta dalla scomparsa dell’artista, in mostra a Milano. Universalmente riconosciuto come figura chiave della storia dell’arte del ‘900, Lucio Fontana per quasi vent’anni porta avanti lo studio e la produzione degli Ambienti spaziali, stanze, corridoi o labirinti percorribili, quasi sempre distrutti al termine dell’esposizione, formati da materiali innovativi per l’epoca – vernici fluorescenti, luci al neon e luci di Wood – e da elementi strutturali, come pavimenti instabili o a pianta ondulata, che pongono il visitatore al centro dell’opera. Il percorso espositivo presenta diverse stanze indipendenti e isolate, che contengono al loro interno le ricostruzioni degli ambienti. Tale allestimento, inedito per il vasto spazio delle Navate di Pirelli HangarBicocca, permette di scoprire opera per opera la mostra e offre l’opportunità di osservare, percorrere e abitare questi lavori ambientali di Fontana, cogliendone l’importanza storica e la meravigliosa potenza iconica ed estetica che li rende ancora oggi fortemente innovativi e contemporanei.

www.hangarbicocca.org
Lucio-Fontana-Ambienti-Environments-pirelli-hangar-bicocca
Lucio Fontana, Fonti di energia, soffitto al neon per “Italia 61”, a Torino, 1961/2017, veduta dell’installazione in Pirelli HangarBicocca, Milano, 2017. Courtesy Pirelli HangarBicocca, Milano. ©Fondazione Lucio Fontana – Foto: Agostino Osio
IN APERTURA: Lucio Fontana, Struttura al neon per la IX Triennale di Milano, 1951/2017, veduta dell’installazione in Pirelli HangarBicocca, Milano, 2017. Courtesy Pirelli HangarBicocca, Milano. ©Fondazione Lucio Fontana – Foto: Agostino Osio

Divine Creature

Dal 23 gennaio 2018 al 3 marzo 2018
Musei Vaticani – Città del Vaticano

La mostra, che sarà a ingresso gratuito nell’ambiente d’Ingresso dei Musei Vaticani, propone al pubblico dieci lavori fotografici di Leonardo Baldini, che ricreano altrettanti capolavori di arte sacra. Le opere rivisitate spaziano dal Rinascimento all’inizio del Novecento e creano un percorso iconografico intorno alle principali tappe della vita di Gesù, dall’Annunciazione fino alla Resurrezione. Oltre alle fotografie e alle riproduzioni delle opere originali, verranno esposti anche alcuni oggetti di scena e le foto del backstage, allo scopo di mostrare la qualità e la complessità del lavoro dei ragazzi e dei tanti specialisti coinvolti nella realizzazione dei set e del processo di postproduzione. I capolavori che compongono questa sorta di ‘passeggiata mistica’ sono: l’Annunciata di Palermo di Antonello da Messina (1476), l’Annunciazione di Caravaggio (1609), l’Adorazione del Bambino di Gherardo delle Notti (1620), l’Angiolino musicante di Rosso Fiorentino (1521), Il bacio di Giuda di Giuseppe Montanari (1918), l’Ecce Homo di Lodovico Cardi detto ‘il Cigoli’ (1607), Cristo e il Cireneo di Tiziano (1560 circa), il Lamento sul Cristo morto di Mantegna (1475-80), il Trasporto di Cristo al Sepolcro di Antono Ciseri (1870) e la Cena di Emmaus di Caravaggio (1606).

www.museivaticani.va
Divine-Creature-musei-vaticani-arte-mostra
“Divine Creature”, backstage

Antonio Ligabue. Vita, opere e oggetti di un geniale artista.

Dal 19 gennaio al 17 febbraio 2018
Museo del Presente di Rende – Cosenza

Un folle, un visionario, un genio tormentato, Antonio Ligabue segnato da un’infanzia difficile, dal disagio, dalla solitudine e dall’isolamento, seppe trovare nell’arte una sua originale forma di riscatto e fece dell’espressione artistica il suo principale mezzo di comunicazione. Attraverso una selezione di 40 opere dell’artista, tra cui dipinti, sculture e incisioni, la mostra condurrà il visitatore alla scoperta di questo complesso personaggio vissuto nella provincia italiana del dopoguerra che, tra la fine degli anni ’50 e gli inizi degli anni ’60 ottenne, ancora in vita, un inaspettato successo. Curata dall’Associazione N.9, in collaborazione con la Casa Museo Ligabue di Gualtieri, la mostra “Antonio Ligabue. Vita, opere e oggetti di un geniale artista” non si limita a presentare solo le opere dell’artista, ma, attraverso l’esposizione di una selezione di oggetti personali e una serie di focus relativi ad aneddoti e personaggi collegati all’artista, vuole far luce sulla sua personalità, sulla sua singolare vicenda umana.

www.mostraligabue.it
ligabue-il-circo
“Il circo” 1928-1939 olio su tavola, cm 30,7 x 46,8 – Collezione Miche Berra in deposito presso il Museo Civico Luigi Mallé di Dronero.
No comments

LEAVE A COMMENT