IDEE, OGGETTI, STILI E PASSIONI

“The perfect” cocktail NEGRONI

Amaro, ma dolce, semplice e complesso, un cocktail dal gusto intenso e appagante che ha fatto la storia dell’aperitivo, ormai conosciuto in tutto il mondo.

Il Negroni è uno di quei cocktail classici che non solo ha resistito alla prova del tempo, ma è migliorato con l’età. Nonostante la sua semplicità, il Negroni è un perfetto equilibrio tra dolce e amaro, un mix versatile e soddisfacente.

Tradizionalmente fatto con soli tre ingredienti, gin, Campari e vermouth, questo cocktail può essere facilmente modificato in base al gusto o alla stagione. Universalmente venerato, si tratta di un mix quasi impossibile da sbagliare, l’unico pericolo, naturalmente, è quello di preparare subito il secondo.

“How to make” the perfect Negroni?

La risposta è molto semplice. La qualità del Negroni dipende quasi interamente dalla qualità degli ingredienti che si scelgono. Due su tre sono semplici e ben definiti:

1. Campari, una ricetta unica, inconfondibile, dal colore rosso vivo che riflette il suo essere un “diavolo malizioso”, dal profumo dell’arancio amaro con uno sfondo a base di erbe piccanti combinate con un mix di frutti rossi, ciliegia, melagrana e fragola. In bocca, la dolcezza iniziale lascia subito spazio al suo lato amaro, aromatico, ricco di spezie, la base ideale per un cocktail aperitivo.

2. Vermouth Martini Rosso, un’icona di stile italiano, dalle note dolci e aromatiche, frutto di una selezionata gamma di erbe aromatiche piemontesi che ne costituisce l’anima, mentre il caramello naturale, aggiunto nell’ultima fase della lavorazione, gli conferisce il tipico colore rosso bruno.

3. Resta, ovviamente, il gin, l’ingrediente che fa la differenza, scegliere quello giusto è un compito difficile visto l’enorme varietà in circolazione. Preferire un gin al posto di un altro potrebbe cambiare totalmente il sapore del nostro Negroni. Che l’abito non faccia il monaco è vero. Verissimo. Ma nel caso del Bombay Sapphire Gin, è certo che aperta la bottiglia i profumi morbidi, contraddistinti dal lieve sentore balsamico del ginepro, sono ben rappresentati dall’elegante bottiglia blu. Il gusto è rotondo e delicatamente corposo, prodotto con il metodo London dry nella nuova sede di Laverstoke Mill sulla London road in Inghilterra, mediante un processo di distillazione unico al mondo, ottenuto attraverso alambicchi Carter Head all’interno dei quali le spezie sono posizionate quasi a fondo corsa della risalita dell’alcol etilico. Alla fine dei tre complessivi cicli di distillazione i vapori si arricchiscono dei penetranti profumi dei dieci “botanicals”: bacche di ginepro dell’Italia, limone della Spagna, coriandolo del Marocco, angelica della Sassonia, radice di iris dell’Italia, grani del paradiso dell’Africa, pepe di Giava, corteccia di cassia dell’Indocina, mandorla della Spagna, liquirizia della Cina.

E poi c’è la guarnizione… l’arancia è la scelta classica, le cui note richiamano quelle dei botanicals del gin. Due le opzioni: solo la scorza a forma di spirale sui bordi del bicchiere oppure uno spicchio tuffato tra il ghiaccio. Darà al Negroni un tocco di colore arancione e aggiungerà i profumi degli oli degli agrumi, senza lasciare alcuna amarezza persistente aggiuntiva in bocca.

Enjoy cocktail Negroni responsibly 🙂

campari.com
martini.com
bombaysapphire.com
negroni-cocktail

COCKTAIL NEGRONI

Ingredienti
1/3 Campari
1/3 gin
1/3 Vermouth
Preparazione
Versate tutti gli ingredienti direttamente in un bicchiere rock con ghiaccio. Guarnite con una fetta d’arancia.
Post Tags
Share Post
No comments

LEAVE A COMMENT